Catania – Etna e/o Acqua Park Etnaland

Catania – Etna e/o Acqua Park Etnaland

Vulcano Etna

Con i suoi oltre 3000 metri di altezza l’Etna regala, da qualsiasi direzione lo si raggiunga, scenografie mozzafiato e panorami da film.

Lasciata alle spalle Catania, si percorrono le strade che si arrampicano verso la cima del vulcano, attraversando boschi di pini, abeti, castagni, colate di lava nera, distese di neve immacolata. Dalla base del Rifugio Sapienza (a quasi 2000 metri di altezza) si può partire per raggiungere la cima del vulcano oppure ci si arrampica fino ai crateri spenti, percorrendo i “sentieri natura”.

L’inizio della stagione sciistica coincide con le vacanze di Natale. Linguaglossa (sul versante settentrionale del vulcano) e Nicolosi (esposta a sud) sono le due piccole capitali sciistiche del Mongibello e in totale le due stazioni offrono un comprensorio di oltre 30 km di piste battute. Non c’è, poi, da sottovalutare anche la possibilità di praticare lo sci di fondo: gli appassionati possono scegliere di percorrere gli anelli di Piano Vetore (nei pressi di Nicolosi), di Piano Provenzana (in prossimità di Linguaglossa) oppure di effettuare delle vere e proprie escursioni già a partire da 1800 metri di altezza: particolarmente impegnativa (ma di grande soddisfazione) è la pista Altomontana dell’Etna, una quarantina di chilometri in tutto che permette di fare il giro completo del vulcano e studiarlo da ogni prospettiva.

Catania

Il suo look barocco è visibile in ogni piazza e viale. Piazza Duomo, per esempio, è circondata da chiese e palazzi rococò, via Etnea, la via della movida, dello struscio e dello shopping, regala viste insospettabili sull’Etna fumante ma anche via Crociferi non scherza (è stata utilizzata più volte come location di film) con la sua collezione di chiese e monasteri, come San Francesco, la Badia Grande e la Badia Piccola e il maestoso Collegio Gesuitico. E i mercati? Colorati e scenografici anche loro: a due passi dal Duomo c’è la Pescheria, un pittoresco mercato del pesce (ma non solo) che ricorda i suq arabi. In piazza Carlo Alberto invece si trova la Fera ‘o luni che, contraddicendo il suo nome, si tiene non solo il lunedì ma tutti i giorni della settimana.

Per chi lo preferisce è possibile visitare il Vulcano Etna durante la mattina e spendere il pomeriggio a Catania o viceversa cioè iniziare la giornata in città e finire con lo spuntino serale nei Rifugi montani o ancora fare solo l’Etna o solo Catania.

Orario e giorno di partenza: da concordare

Durata della escursione: 9-10 ore circa

Costo: € 80 a persona (dalla 3°all 6° persona in famiglia pagano € 70 ciascuno) Dal prezzo si intendono esclusi eventuali biglietti di ingresso, pranzo e altre spese varie. I preazi si intendono IVA COMPRESA