Siracusa – Riserva Naturale Cava grande e/o Acqua Park Aretusa

Siracusa – Riserva Naturale Cava grande e/o Acqua Park Aretusa

Siracusa

L’intero territorio urbano, patrimonio Unesco dal 2005, offre al visitatore la possibilità di viaggiare nel tempo senza soste. Sarete rapiti dall’imponenza delle fortificazioni dell’Eurialo o del “Tempio di Apollo”, affascinati dalle colonne del Tempio di Atena incastonate come pietre preziose all’interno della Cattedrale, estasiati dalla magica atmosfera del Teatro Greco, tra i più grandi e ben conservati al mondo, dove ancora oggi rivive la magia greca, incantati dalle “Latomie”, cave di pietra della Siracusa antica e dal leggendario Orecchio di Dionisio. E’ possibile inoltre passeggiare seguendo le orme di S. Paolo, tra le catacombe e i luoghi del martirio di S. Lucia.

Le collezioni dei musei in città sono davvero invidiabili: negli splendidi spazi espositivi del Museo regionale Paolo Orsi si possono ammirare l’arte e i capolavori dalla preistoria all’età romana, mentre le collezioni medievali e pittoriche moderne sono ospitate nella Galleria di Palazzo Bellomo.

L’isola di Ortigia è invece il cuore pulsante di tutta la città: appena un chilometro quadrato eppure un incantevole scrigno di tesori e di bellezze naturali pronti a stupirvi. Piacevole è perdersi tra i suoi vicoli, alla ricerca di rare atmosfere altrove perdute. Di Ortigia colpisce proprio la sua dimensione umana, la sua tranquillità e il suo piccolo ma inebriante mercato. Trascorrere la serata nelle tipiche trattorie locali o nei suoi raffinati ristoranti sarà per voi irresistibile.

Cava Grande (Laghetti di Avola)

La visita a Cava Grande consente di scoprire i paesaggi nascosti dei Monti lblei:la Gola di Cava Grande con le imponenti pareti calcaree a picco sul fondovalle, occupato dal corso d’acqua che si apre in suggestivi piccoli laghetti, raggiungibili percorrendo il sentiero che scende nella gola.

Leggermente sulla sinistra, si intravede un’apertura scavata nella roccia. E’ la cosiddetta Grotta dei Briganti, solo una piccola testimonianza di quegli insediamenti rupestri che caratterizzano tutte le zone rocciose del sud-est della Sicilia. Discesa. In mezz’ora di cammino (ma il ritorno in salita richiede un tempo almeno doppio), si raggiunge il fiume (la “cava” secondo un toponimo locale). Per tracce talvolta poco evidenti si costeggia il corso d’acqua, seguendo il verso della corrente, immersi nella vegetazione rigogliosa.

Dopo alcune centinaia di metri si raggiunge una zona aperta dove il fiume forma una successione di limpide piscine naturali scavate nella roccia e contornate da massi appiattiti, ideali per una sosta al sole. Nella stagione estiva le fresche acque invitano al bagno in quest’ambiente che sembra estraneo al paesaggio tipico siciliano e che costituisce un’alternativa insolita e consigliabile.

Per chi lo preferisce è possibile visitare Siracusa durante la mattina e spendere il pomeriggio nei laghetti o viceversa cioè iniziare la giornata nei laghetti e finire con lo spuntino serale nell’isola di Ortigia. Un’altra alternativa ancora per chi ha bambini sarebbe visitare Siracusa di mattina per dopo rinfrescarsi all’Acquapark di Mellili o viceversa, o ancora fare solo Siracusa o solo Cava Grande o sol L’AcquaPark di Mellili.

Orario e giorno di partenza: da concordare

Durata della escursione: 8 ore circa

Costo: € 40 a persona (dalla 3°all 6° persona in famiglia pagano € 30 ciascuno) Solo Siracusa o Acquapark di Melilli € 40, Solo Cavagrande € 35 Dal prezzo si intendono esclusi eventuali biglietti di ingresso, pranzo e altre spese varie. I preazi si intendono IVA COMPRESA